Caldaia a condensazione vs sonda esterna: quando installare l’una e quando l’altra

Si parla oggi moltissimo di caldaia a condensazione ma anche di sonde esterne ma di che cosa si tratta? E quando si installa l’una o quando l’altra?

Quando installare una caldaia a condensazione

Nel momento in cui si deve installare una nuova caldaia o si deve sostituirne una vecchia, la soluzione è quella della caldaia a condensazione. Si tratta di un modello di ultima generazione che viene sempre consigliata dalle ditte di assistenza e manutenzione caldaie Roma perché permettono di avere un netto risparmio nel tempo, grazie a consumi e sprechi ridotti al minimo. Anche la normativa in vigore prevede che debba esser installata una caldaia a condensazione anche se non sempre è possibile. Nelle case di recente costruzione dovrebbe essere già installata di default una caldaia di questo tipo o comunque consentirne l’installazione.

Quando installare una sonda esterna

Capita però che non sia sempre possibile procedere con l’installazione di una nuova caldaia a condensazione. Questo non dovrebbe mai capitare in case di recente costruzione che hanno i camini configurati nel modo giusto, ma piuttosto accade spesso nelle case vecchie che non hanno il camino configurato nel modo giusto. Molte case sono state realizzate prima dell’avvento delle caldaie a condensazione perciò non si poteva prevedere che sarebbe stato necessario un camino particolare. Modificare il camino ha un costo davvero molto alto e allora la soluzione che si prospetta è quella della sonda esterna, che è un’ottima soluzione. In questo caso, è possibile domandare al tecnico della assistenza e manutenzione caldaie Roma di installare una sonda esterna che ha lo scopo di regolare la temperatura massima di mandata della caldaia in base a quanto rilevato fuori. La sonda permette di rendere la caldaia di tipo tradizionale, antecedente quella a condensazione, migliore e più efficiente. Dopo avere installato la sonda, infatti, i consumi di gas naturale diminuiscono e si spende meno rispetto a prima. La bolletta che viene recapitata a fine periodo sarà meno alta avendo così costi di gestione minori che incidono meno sul bilancio famigliare.