Certificazioni della caldaia: di che si tratta e come si ottengono

Le certificazioni della caldaia sono molto importanti e rivestono un ruolo fondamentale. È importantissimo sapere di che si tratta e come fare ad ottenerli per esser sempre in regola e non correre il rischio di esser multati.

Di che si tratta

Le certificazioni della caldaia sono dei documenti che confermano il corretto funzionamento dell’apparecchio in uso. spesso sono dei bollini appiccicati direttamente sulla parte frontale della caldaia oppure sono conservati nel libretto di impianto.

Come si ottengono

Per ottenere le certificazioni ci si deve rivolgere sempre e solo a un valido caldaista. Il tecnico che dovrebbe intervenire circa una volta l’anno esegue una serie di operazioni, tra cui anche il controllo di alcuni parametri. Il tecnico utilizza uno strumento per verificare la quantità di gas che la caldaia usa, la quantità di calore generata, i fumi prodotti e anche la loro temperatura. Se i valori registrati sono in regola e sono al di sotto die limiti massimi delineanti dalle normative vigenti, allora il caldaista rilascia le famose certificazioni.

Cosa fare in caso di controlli

In caso di controlli, chi non ha le certificazioni in regola può esser multato da 500 fino a 3000 euro. I controlli sono causali e sono le autorità locali che se ne occupano, previo appuntamento telefonico. Questo lascia il tempo di mettere in regola una situazione che non lo è. Chi no ha mai chiamato un valido caldaista, lo deve fare al più presto così avrà almeno una certificazione in regola. Questo può esser un sistema per salvarsi ad una alta multa, ma non vi è la certezza di esser in salvo. I controllori capiscono subito che le certificazioni degli anni precedenti sono mancanti e possano ugualmente stilare una multa molto alta. per essere sicuri di non ricevere nessuna multa, è meglio rivolgersi sempre e abitualmente una valida ditta così no ci sono rischi se dovesse capitare un controllo.

Per saperne subito di più, fai click qui www.assistenzacaldaiaroma.com